Cosa significa “dimagrire“

E’ veramente una super-domanda.

Non è questione di “sembrare magri”. Né di pesare poco. O meno di ora (qualunque cosa questo voglia significare).

La questione è densa di trabocchetti.
“Il mio peso ideale è…”
“Vorrei pesare 60 chili”
“Sono troppo magro”

Questa vignetta sintetizza un bel punto di partenza

peso

Chiaro, no? Stesso peso. Ma due individui di universi opposti.

Quindi, iniziamo una volta per tutte a guardare con occhio attento DENTRO il nostro peso, per valutare l’equilibrio tra le componenti: grasso, acqua, muscolo, struttura ossea, ecc.

Parleremo di “dimagrimento” quando
1. avremo effettuato una “misurazione impedenziometrica” che identifichi un eccesso di componente adiposa
2. imposteremo un percorso che segua le linee gift, cioè fornisca completezza calorica e nutrizionale, sostegno metabolico, eliminazione dell’eventuale acqua in eccesso, attivazione fisica per indurre erosione progressiva del grasso in eccesso, con protezione (o miglioramento) della componente magra.
3. stabilizzazione dei dati con il mantenimento delle corrette abitudini di stile di vita (che a quel punto saranno entrate piacevolmente nel tran tran personale)

Per entrare sempre più nella comprensione dei termini di riferimento, ecco un articolo su peso, massa grassa, Indice di Massa Corporea: “Il peso ideale non esiste

Articoli correlati
Forma2Dimagrisci nel modo giusto: hai la forma a mela, a pera o a trapezio?

Dieta depurativa: pallone o mattone?

Se vuoi informazioni per un percorso con dietaGIFT, contattami



Questo sito si chiama “COSTRUIRE IL BENESSERE” per avere un approccio positivo, attivo e reattivo al mondo che ci circonda. Spesso ci troviamo imprigionati in cicli faticosi: dimagrire, ingrassare, vivere da sedentari, essere sopraffatti dai sensi di colpa quando non riusciamo ad esercitare “il controllo“ su noi stessi.
Le linee della moderna nutrizione si muovono in direzioni bellissime ed insperate. Iniziamo a camminare, un passo alla volta.