La Regola GIFT che non mi piace

Fastidio.jpg

DietaGIFT nasce da una ricerca prolungata, attentamente scientifica ma anche confermata continuamente dalla pratica. L’obiettivo è comporre un metodo generale, strutturato, che unisce linee generali molto chiare a spazi per la personalizzazioni più utili.

Il metodo GIFT ed i suoi benefici


In altri parole, è in grado di andare dal generale allo specifico, con varie sfumature. Coma si sarà capito, a me la GIFT piace tantissimo e la trovo una via estremamente intelligente e piacevole. Negli anni abbiamo avuto la possibilità di vederne i grandi vantaggi anche nell’applicazione clinica.

Di cosa mi lamento, quindi?

C’è una regola che proprio non mi va giù.

Intendiamoci, ne capisco appieno il valore e l’intenzione. Ma ritengo che presti il fianco ad errate interpretazioni (ed applicazioni).

FRUTTA E VERDURA LIBEREcrudite

In dietagift, i vegetali crudi e sconditi (in virtù del loro basso carico glicemico) possono essere inseriti con abbondanza durante tutta la giornata. Addirittura in modo “libero”, senza preoccuparsi della porzione.

Questa è un’opportunità del tutto innovativa in ambito dietologico (un ambito che invece ha sempre temuto in massimo grado la calorie e gli zuccheri apportati dai vegetali!).

I PRO DI QUESTA REGOLA

  1. a livello psicologico costituisce un’autentica liberazione per le persone che, sempre a dieta, hanno dovuto calcolare a spicchi e fettine la loro mela quotidiana
  2. aumenta l’assunzione di preziosa fibra alimentare, utile a modulare l’assunzione di grassi e zuccheri, nutrire il micorbiota, aiutare la funzionalità intestinale
  3. facilita l’assunzione di adeguate quantità vitaminiche (che rimangono in maggior quantità nel vegetale crudo)
  4. permette maggiore varietà a tavola, seguendo la disponibilità stagionale
  5. permette anche di inserire spuntini ricchi di acqua, a basso o bassissimo carico glicemico

PERCHE’ LA REGOLA NON MI PIACE?

Di per sè, la regola è bellissima e condivido appieno tutti i vantaggi che ho elencato.

Quello che non mi piace, è in realtà IL RISCHIO che c’è dietro questa regola.

Ecco dei casi in cui la regola può essere fraintesa o distorta.

PERSONA1 : sta seguendo una dieta ipocalorica. Cioè la persona sta sostanzialmente “mangiando poco”  pensando di far bene. Può anche aver iniziato un percorso GIFT e deciso poi di applicarlo con modalità ipocalorica, cosa che, come sappiamo, non è corretto (vedi il link La GIFT ipocalorica?). Addirittura, molte ipocaloriche forniscono meno del fabbisogno metabolico di base!!!
Come si misura il metabolismo?


Ecco in questo caso, la persona può usare la regola “FRUTTA E VERDURA LIBERE” per coprire la “fame” che inevitabilmente è causata dalla restrizione nutrizionale. E’ una libertà che tende a camuffare l’errore che sta facendo e questo è un punto a cui fare grande attenzione!

PERSONA2: sta seguendo una buona GIFT. Ma leggendo questa regola, pensa che i vegetali siano “solo acqua” , quindi li aggiungono semplicemente alla loro dieta che è gia completa. Si crea iperalimentazione.

PERSONA3: è una piccola variazione della persona2. Considera frutta e verdura nei suoi pasti, ma ne inserisce quantità esagerate. Si crea quindi un abuso che non ha un senso sotto il profilo della corretta nutrizione.

PERSONA4: ha una patologia specifica che consiglia la moderazione o la riduzione di questi alimenti nello specifico. In questo caso il quadro patologico ha certamente la precedenza, sotto tutti gli aspetti, ed occorre la supervisione del medico.

Ecco, nella teoria, queste 4 persone rispettano le indicazione delle regole GIFT.

Ma non ne rispettano LO SPIRITO.

L’obiettivo, vale la pena di ricordarlo continuamente, è costruire una dieta che dia completezza dei nutrienti, che ogni giorno ci faccia vivere in pienezza e piacere, con buon rapporto con il cibo, anche in termini di piacere.

Ogni uscita da questi range, in difetto o in eccesso, crea uno squilibrio che prima o poi, dovremo affrontare. Uso frutta e verdura per coprire la fame? Grosso errore!

Quindi, non cadiamo nella trappola e potremo mangiare ancora serenamente i nostri gustosi vegetali, con i loro preziosi zuccheri naturali, l’acqua biologica, le fibre, le vitamine.

Grazie, dietaGIFT!


Cosa significa dimagrire?