Perché con l’età i muscoli invecchiano?

CamminoMuscoli.jpg

Anche i muscoli, come tutti gli organi, le strutture ed i tessuti del nostro corpo, sono soggetti a continue rigenerazioni.
Il rinnovamento dei muscoli è affidato ad un tipo specifico di cellule staminali, dette cellule satellite, proposte sia alla riparazione che alla ricrescita dei tessuti muscolari.
A differenza di altri tipi di staminali, le cellule satellite, non sono pluripotenti ma unipotenti. Cioè possono differenziarsi solo per ricostruire i miociti dei muscoli scheletrici.

Riparazione e costruzione

Schematizzando il processo, le cellule satellite si suddividono in due tipologie di cellule figlie: una destinata, appunto, a ricostituire le cellule muscolari mature, l’altra ad essere ancora cellule satellite in grado di generare nuovamente il processo, con le stesse caratteristiche quindi delle cellule madri.

Cosa si rompe?

Ecco, l’invecchiamento entra a disturbare questo meraviglioso meccanismo. Si crea uno squilibrio in questa differenziazione: la suddivisione viene spinta maggiormente nella direzione di creare nuove cellule muscolari.
La flotta delle cellule satellite si assottiglia progressivamente, perdendo via via la capacità di rimpiazzare e risanare il tessuto muscolare.

La qualità della struttura muscolare declina, andando incontro ad un impoverimento, perdita di elasticità e potenza.

La direzione delle ricerche

Gli studi in corso ci sono, anche con un grosso contributo di scienziati italiani. Due importanti ricerche sono state pubblicate su “Nature Medicine”. Una è condotta all’Università di Ottawa e l’altra da ricercatori della Fondazione Santa Lucia di Roma e del Sanford-Burnham Medical Research Institute a La Jolla, in California (*).

Purtroppo la via battuta per bloccare la degenerazione fa uso di potenti farmaci oncologici. E’ quindi una via farmacologica “pesante”.
Un intervento meno invasivo sembra ancora lontano nel tempo.

Ma nel frattempo le ricerche forniscono uno spiraglio bellissimo. Affermando infatti che
Elevated levels of inflammatory cytokines, including interleukin-6 (IL-6), are associated with both age-related and muscle-wasting conditions”  ci mostrano l’importanza di abbassare da subito i livelli di citochine infiammatorie, strettamente connessi a questi processi degenerativi.

La potenza dell’approccio GIFT

Noi che seguiamo il metodo GIFT lo sappiamo.
Ed è una strada da imboccare con decisione, con tutti metodi che dietaGIFT suggerisce. Ecco i 5 più importanti per quello che abbiamo visto oggi:

  1. eliminazione degli zuccheri ad alto impatto glicemico 
  2. rotazione dei cibi per non incorrere in sovraccarichi o food-sensitivity 
  3. eliminazione dei grassi idrogenati e trans 
  4. verifica della qualità alimentare: controllo delle etichette per verificare quantitativo di sale, presenza di dolcificanti e coloranti, cereali raffinati 
  5. aumento vegetali freschi e crudi, di stagione

Inoltre, per preservare il patrimonio che abbiamo in dotazione e non vederlo svanire tra le nostre mani, una sana attività fisica, adeguata ai nostri tempi, all’età, alla capacità di movimento, al livello di sforzo adeguato, è il miglior mantenimento del nostro tesoretto in muscoli.

Daremo così il miglior aiuto alle nostra banca di cellule satellite.

————————————————————-
(*)
STAT3 signaling controls satellite cell expansion and skeletal muscle repair
Matthew Timothy Tierney, Lucia Latella, Alessandra Sacco et Al
Nature Medicine 20, Sept 2014
http://www.nature.com/nm/journal/vaop/ncurrent/full/nm.3656.html

 

Inhibition of JAK-STAT signaling stimulates adult satellite cell function
Feodor D Price et Al.
Nature Medicine 20, Sept 2014
http://www.nature.com/nm/journal/vaop/ncurrent/full/nm.3655.html


Leave a Reply

Your email address will not be published.